Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Contributi in compensazione fiscale

Riaperti i termini per presentare domanda anche per nuove tipologie di investimento. Introdotti gli aiuti sugli interventi per contrastare la diffusione del Covid19.

Contributi in compensazione fiscale

In attesa che vengano emanati i nuovi bandi con le agevolazioni per gli investimenti di maggior rilievo ed importo, la Giunta provinciale ha recentemente riaperto i termini per la presentazione delle richieste di contributo in compensazione fiscale.

Facciamo riferimento alle domande di contributo che prevedono investimenti fino ad un massimo di 300.000 euro di spesa ammissibile, sia in lavori che in arredi ed attrezzature, ma anche per una serie di altri interventi (si veda di seguito) che con la nuova delibera sono stati ricondotti allo strumento della compensazione fiscale.

Norme generali - Innanzitutto, ciascun soggetto può presentare una sola domanda di agevolazione all’anno, relativa a una o più tipologie di aiuto previste. Attenzione: per gli interventi anti-Covid, le istanze devono essere presentate entro e non oltre il 31 ottobre 2020. Gli investimenti agevolati devono riferirsi a beni in proprietà (o in leasing) del soggetto richiedente e, di norma, detti beni devono essere utilizzati esclusivamente dal soggetto beneficiario dei contributi per l'esercizio delle attività aziendali previste. Le domande vanno presentate unicamente tramite una nuova piattaforma on line della Provincia; per presentare la domanda si deve essere in possesso di un sistema di identità digitale (SPID, CNS, CPS) e della firma digitale per la sottoscrizione della domanda. Attenzione: ad oggi la piattaforma per presentare la domanda non è ancora disponibile. Salvo che per le spese anti-Covid, sono ammissibili ad agevolazione i costi relativi a fatture o documenti equipollenti emesse nei 18 mesi precedenti la domanda di agevolazione e integralmente pagate alla data di presentazione della domanda. Sono pertanto escluse dall'agevolazione, per il loro intero ammontare, le spese per le quali, alla data di presentazione della domanda sia intervenuto un pagamento parziale. L’ammissibilità delle spese presentate ad agevolazione è determinata attraverso la presentazione da parte del soggetto richiedente di una attestazione di verifica di un professionista contabile o di un C.A.T. controllato da un’Associazione di Categoria, dalla quale risulti la conformità ai presenti criteri, nonché l’avvenuto pagamento delle spese presentate. Il limite minimo di spesa varia a seconda del tipo di intervento, il limite massimo ammissibile per ciascun anno è invece legato al fatturato dell'impresa (vedi calcolo). Leggi di più

Come dicevamo, la nuova delibera amplia la compensazione fiscale fino a ricomprendere numerosi interventi di interesse degli operatori del nostro settore. Li riportiamo di seguito.

Aiuti per gli investimenti fissi - Sono agevolati gli investimenti: immobiliari, volti a migliorare la qualità delle struttura aziendale (ristrutturazione, ampliamento, adeguamento delle strutture); mobiliari ed eventuali opere immobiliari accessorie; per l'acquisto di autoveicoli aziendali sostitutivi di altri autoveicoli rottamati o incrementativi del parco veicoli; per l'installazione di sistemi di videosorveglianza antirapina; per l’accesso ai servizi di connettività in banda ultra larga; per l'acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in nonché di sistemi di ricarica; per l’installazione di sistemi di sicurezza della connessione di rete. Per questi investimenti, il limite di spesa minima ammissibile varia a seconda del tipo di intervento ed è legato al numero di addetti. Leggi di più

Aiuti alle imprese per servizi di consulenza - Sotto questa voce ricadono gli investimenti relativi a servizi di consulenza acquisiti per le seguenti iniziative: innovazione; indagini di mercato, piani di marketing e commercio telematico (analisi dei canali distributivi; analisi del posizionamento aziendale; analisi del prodotto e del mercato; studio e progettazione di campagne pubblicitarie e materiale promozionale (no stampa); progettazione di piani di marketing operativo e strategico; progettazione e realizzazione di siti internet funzionali alla commercializzazione telematica di beni e servizi (inclusi i servizi personalizzati di booking). Per questi investimenti, il limite di spesa minima ammissibile è fissato in euro 5.000,00. La misura del contributo è del 35% della spesa ammissibile. Leggi di più

Aiuti per investimenti anti-Covid - Con la nuova delibera sono ammissibili ad agevolazione le iniziative per l’acquisto di attrezzature e per interventi volti a contrastare e contenere il diffondersi del Covid19. Gli aiuti sono concessi nei limiti di una spesa minima che varia a seconda delle dimensioni dell’impresa. La misura del contributo è pari al 30% della spesa ammissibile. Nelle spese ammissibili rientrano, tra l’altro, le opere immobiliari inerenti l'ampliamento e la ristrutturazione di edifici (impianti compresi); gli investimenti mobiliari (mobili e arredi; macchinari e attrezzature); sistemi informatici hardware e software. Per queste misure, sono ammissibili ad agevolazione le spese relative a fatture emesse dopo il 31 gennaio 2020 e integralmente pagate alla data di presentazione della domanda. Sono esclusi i pagamenti effettuati prima dell’1 febbraio 2020. Leggi di più

Condividi la pagina