Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Credito di imposta per la riqualificazione delle imprese alberghiere cumulabile con il super ammortamento

Il decreto ministeriale del 7 maggio 2015, attuativo del credito d’imposta per la riqualificazione delle imprese alberghiere, prevede espressamente che lo stesso è alternativo e non cumulabile, in relazione alle medesime voci di spesa, con altre agevolazioni di natura fiscale.

Credito di imposta per la riqualificazione delle imprese alberghiere cumulabile con il super ammortamento

Secondo l’Agenzia delle entrate, che ha interpellato sulla questione anche il Ministero dell’economia e delle finanze, tale credito d’imposta è incumulabile solo con le agevolazioni fiscali in vigore prima dell’entrata in vigore del decreto stesso e che contemporaneamente hanno le stesse finalità, ambito soggettivo, oggettivo e temporale.

È quindi incumulabile con la detrazione ires del 65% istituita con la legge n. 296 del 2006 per gli interventi di risparmio energetico effettuati sugli immobili strumentali dei soggetti titolari di reddito d’impresa.

La misura del super ammortamento, prevista dalla legge di stabilità 2016, oltre ad essere stata introdotta successivamente all’adozione del citato decreto interministeriale, persegue finalità del tutto diverse rispetto a quelle relative del credito d’imposta per le imprese alberghiere.

L’Agenzia delle entrate ritiene (risoluzione del 15 settembre 2017 n. 118/E) che il super ammortamento, sostanziandosi in una maggiorazione (40%) del costo fiscalmente riconosciuto in relazione agli investimenti in beni strumentali nuovi, valevole esclusivamente ai fini dell’imposta dirette, si differenzia profondamente dal credito d’imposta per le imprese alberghiere, che costituisce un contributo pubblico, concesso nella forma del credito d’imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione al fine della riduzione dei versamenti relativi a debiti fiscali e previdenziali.

Conseguentemente, la misura del credito d’imposta per la riqualificazione delle imprese alberghiere si può cumulare con il vantaggio fiscale del super ammortamento.

 

Condividi la pagina