Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Diritti d’autore – Trattenimenti musicali dal vivo – Repertorio LEA-SOUNDREEF

A seguito della liberalizzazione nel campo dell’intermediazione dei diritti d’autore, SIAE e LEA-SOUNDREEF hanno raggiunto un accordo volto a garantire, nel rispetto del rapporto di concorrenza tra le parti, il buon funzionamento del mercato.

Diritti d’autore – Trattenimenti musicali dal vivo – Repertorio LEA-SOUNDREEF

Sulla base di tale accordo, per la diffusione di musica attraverso radio e tv ed altri strumenti meccanici (cosiddetta “musica d’ambiente”), SIAE è legittimata a rilasciare i permessi e a incassare i diritti per conto e nell’interesse di LEA-SOUNDREEF.

Analogamente, per gli intrattenimenti con musica registrata (discoteca, animazione, etc.) la gestione operativa delle licenze, degli incassi e della rendicontazione delle opere musicali utilizzate non mutano rispetto agli standard attuali della SIAE.

Nel caso invece di pubbliche esecuzioni dal vivo, a decorrere dal 1° luglio 2019 l’organizzatore dell’evento deve preventivamente accertare a quale repertorio appartengono i brani musicali che si intendono eseguire, accedendo ai relativi cataloghi (per SIAE https://www.siae.it/it/archivioOpere; per LEA-SOUNDREEF https://leamusica.com/catalogo-opere/ ).

Per le esecuzioni dal vivo, infatti, la situazione è attualmente la seguente:

  • nel caso in cui siano eseguiti solo brani appartenenti al repertorio musicale di SIAE, occorre richiedere la licenza solo a SIAE;
  • nel caso in cui siano eseguiti solo brani appartenenti al repertorio musicale di LEA-SOUNDREEF, occorre richiedere la licenza solo a LEA-SOUNDREEF;
  • nel caso in cui siano eseguiti brani appartenenti sia al repertorio musicale di SIAE, sia al al repertorio musicale di LEA-SOUNDREEF, occorre richiedere la licenza ad entrambe.

FEDERALBERGHI sta verificando la possibilità di concludere un accordo con LEA-SOUNDREEF per regolamentare l’utilizzo delle opere da loro rappresentate nel corso di trattenimenti musicali dal vivo.

Informiamo inoltre che LEA-SOUNDREEF ha avviato verifiche sui repertori utilizzati da alberghi che effettuano tali trattenimenti musicali.  

Riteniamo pertanto opportuno suggerire di richiamare l’attenzione delle aziende che effettuano trattenimenti musicali dal vivo sulla necessità di verificare preventivamente l’appartenenza degli autori dei brani musicali che si intendono eseguire, al fine di poter richiedere la licenza al relativo ente e/o di non eseguire brani per i quali non si è in possesso della licenza.

 

Condividi la pagina