Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Finte email per conto dell’Agenzia delle Entrate

Attenzione alle truffe in nome del Fisco

Finte email per conto dell’Agenzia delle Entrate

Nuovi tentativi di truffa ai danni dei contribuenti. Stanno pervenendo in questi giorni segnalazioni da parte di alcune aziende associate che hanno ricevuto email di phishing nella propria casella di posta elettronica apparentemente inviate da alcuni uffici dell’Agenzia delle Entrate e contenenti riferimenti a numeri telefonici reali.

Nelle lettere viene, a seconda delle versioni, segnalato:

  • un debito con il dipartimento finanziario per il quarto trimestre 2016 e viene annunciato che, in caso di mancata estinzione dell’indebitamento, si provvederà al prelievo su conto corrente, allegando dei file.
  • un'incongruenza nei  versamenti con la preghiera di regolarizzare la posizione per non incorrere in sanzioni: in caso di mancata risposta verrà infatti attuato un prelievo forzoso sul  conto corrente per l'ammontare di euro 1067,52 € a titolo di multa. Per i dettagli della pratica si viene invitati a cliccare su un link che porta ad un sito dove, presumibilmente, viene effettuato il furto di informazioni sensibili.

L’Agenzia delle Entrate, nel precisare che non si tratta di comunicazioni ufficiali e di essere totalmente estranea alle stesse, invita a non tenere conto delle richieste, a non aprire gli allegati ed a cestinare l’email ricevuta.

Non è la prima volta che questo tentativo di truffa viene segnalato visto che già nel mese di giugno 2016 era circolata una email molto simile.

 

Condividi la pagina