Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Green pass rafforzato: come funziona e quando è necessario

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 24 novembre 2021, ha approvato un decreto legge che introduce nuove misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali.

Green pass rafforzato: come funziona e quando è necessario

Forniamo di seguito le prime indicazioni in merito alle nuove disposizioni, facendo riserva di ritornare sull’argomento una volta ricevuti chiarimenti da parte del Governo sull’interpretazione di alcuni passaggi, che restano ancora poco chiari, in primo luogo su come devono essere effettuati i controlli.

Le principali novità riguardano:

  • l’istituzione di un green pass rafforzato, riconosciuto solo a chi è vaccinato o guarito.
  • l’obbligo del green pass, nella sua versione base, esteso ai clienti di alberghi e strutture ricettive.
  • la durata del green pass rilasciato dopo il completamento del ciclo vaccinale o della dose booster che avrà una validità di 9 mesi anziché di 12 mesi.
  • il caso di passaggio in zona gialla o arancione: le attività per le quali le norme vigenti prevedono restrizioni e limitazioni saranno accessibili solo ai detentori del green pass rafforzato.
  • il fatto che anche in zona bianca, a decorrere dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022, sarà necessario il green pass rafforzato per accedere alle attività che subirebbero restrizioni in zona gialla, tra le quali ad esempio:
    • ristorazione al chiuso, ad eccezione dei servizi di ristorazione all'interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati;
    • feste e discoteche
    • spettacoli
    • eventi sportivi.

Cos’è il super green pass? Il super green pass è un certificato verde rafforzato che può essere rilasciato solamente alle persone vaccinate e a chi è guarito dal Covid-19. Il super green pass non viene quindi rilasciato a chi è in possesso del solo risultato negativo di un tampone rapido o molecolare effettuato rispettivamente entro 48 o 72 ore.

Quando entra in vigore il super green pass? Il super green pass sarà in vigore dal 29 novembre per la zona gialla e per quella arancione. Dal 6 dicembre fino al 15 gennaio verrà richiesto anche in zona bianca per una serie di attività. Il green pass rafforzato non è richiesto per i minori di 12 anni e per i soggetti esenti (per certificazione medica) dalla campagna vaccinale.

Quali attività e servizi necessitano del super green pass? Sarà necessario essere in possesso del super green pass, in zona bianca, gialla e arancione, per accedere ai servizi di ristorazione al chiuso (ad eccezione dei servizi di ristorazione effettuati all'interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati), alle feste e discoteche, stadi e palazzetti dello sport, cinema, teatri, musei. Non è previsto un limite di persone per tavolo, ma il rispetto del distanziamento tra tavoli diversi.

Il green pass subisce delle modificazioni? Sì, ne viene ridotta la validità. La durata del green pass rilasciato dopo il completamento del ciclo vaccinale o della dose booster passa infatti dai 12 mesi ai 9 mesi.

Dove e per cosa è sufficiente il green pass base? Il green pass “base”, ossia il certificato verde che si ottiene anche con tampone antigenico o molecolare negativo, oltre che per vaccinazione e guarigione rimane valido in zona bianca per svolgere l’attività lavorativa, per accedere alle mense aziendali, per usufruire dei mezzi di trasporto a lunga percorrenza oltre che in palestra e in piscina e per l'attività sportiva al chiuso. Dal 6 dicembre l’obbligo del green pass, nella sua versione base, viene esteso agli ospiti di alberghi e strutture ricettive (quindi anche agli alloggiati che pernottano e usufruiscono dei servizi della struttura). ll green pass base è necessario anche per usufruire della piscina, della palestra, del centro benessere e per l’uso degli spogliatoi. Inoltre viene chiesto per utilizzare i mezzi del trasporto ferroviario regionale e del trasporto pubblico locale.

Se il ristorante della struttura ricettiva è aperto anche a clienti esterni oltre che agli ospiti alloggiati, quale certificato è necessario? Se il ristorante della struttura è aperto anche al pubblico esterno, per accedere alla somministrazione servirà il green pass rafforzato per tutti.

Che cosa si può fare senza green pass? Continuano a non essere soggetti al possesso di alcuna tipologia di green pass i servizi di somministrazione di alimenti e bevande all’aperto o al chiuso ma al banco e il servizio d’asporto di cibi e bevande.

Cosa succede quando cambia la colorazione delle regioni? In zona gialla e in arancione non si applicano più limiti e chiusure. Le chiusure scatteranno solo in zona rossa, dove verranno attuate le limitazioni più rigide quali coprifuoco e limitazioni agli spostamenti e saranno consentiti solo l’asporto e la consegna a domicilio.

Condividi la pagina