Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Indicazioni operative relative all’applicazione del DPCM del 10 aprile 2020 e delle ordinanze emesse dal Presidente della Provincia Autonoma di Trento.

Considerati i contenuti del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020, nonché le ordinanze emesse dal Presidente della Provincia Autonoma di Trento, si ritiene opportuno aggiornare le note fino ad ora inviate.

Indicazioni operative relative all’applicazione del DPCM del 10 aprile 2020 e delle ordinanze emesse dal Presidente della Provincia Autonoma di Trento.

La presente indicazione sostituisce quindi i protocolli n. 0180621 di data 24 marzo 2020, n. 0181789 di data 25 marzo 2020 e il protocollo n. 0184403 di data 26 marzo 2020.

Si fornisce, di seguito, una sintesi delle principali disposizioni di interesse per il nostro settore rinviando al provvedimento per una sua lettura integrale.

In dettaglio:

6. Resta consentita la sola ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto. Tale trasporto può essere effettuato anche dai dipendenti in servizio dell’azienda. Continua ad essere non ammessa l’attività d’asporto con ritiro del cliente presso il punto vendita. Agli operatori agrituristici è consentito lo svolgimento dell’attività di somministrazione di pasti e bevande in modalità con consegna a domicilio, nell’ambito della SCIA all’esercizio dell’attività agrituristica e con esclusione del computo di tale attività ai fini della determinazione del rapporto di connessione, in deroga alla legge provinciale sull’agriturismo, senza che sia necessario il compimento di ulteriori formalità e fermo il rispetto delle norme igienico-sanitarie e delle indicazioni per la consegna a domicilio disposte dal Dipartimento Salute e Politiche Sociali con nota prot. n. 191072 del 1° aprile 2020.

12. Per le attività sospese, previa comunicazione al Commissario del Governo, è ammesso l’accesso ai locali aziendali del titolare, del personale dipendente o di terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative, di manutenzione (anche legata allo smart-working), gestione dei pagamenti, nonché attività di pulizia e sanificazione. E’ altresì consentita, previa comunicazione, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino, nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture. (Utilizzando il Modello 4 scaricabile a questo link)

15. Le attività di cui al codice ATECO 55.2 “alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni” come dall’Allegato 3 del DPCM del 10 aprile 2020 devono rimanere chiuse salvo quanto di seguito stabilito. I titolari delle stesse, limitatamente alle camere e ai posti letto in cui vengono ospitati lavoratori di aziende autorizzate ad operare ai sensi dell’Allegato 3 del DPCM del 10 aprile 2020 o ai sensi di comunicazione al Commissariato del Governo o in cui vengono ospitati operatori che stanno fronteggiando l’emergenza COVID19, sono autorizzati a tenere aperte le suddette camere previa comunicazione al Commissariato del Governo e al Presidente della Provincia Autonoma di Trento specificando per quale azienda autorizzata lavorano gli ospiti. I titolari di alloggi di cui a codice ATECO 55.2 che ospitano soggetti che hanno residenza anagrafica o domicilio presso le suddette strutture possono continuare ad esercitare l’attività nei confronti dei suddetti soggetti. (Utilizzando il Modello 1 scaricabile a questo link

18. Tutte le attività economiche sono state invitate dall’Ordinanza del Presidente della Provincia del 13 aprile 2020 integralmente sostituita con ordinanza del 15 aprile 2020 ad attivare nei confronti dei presenti (soci, amministratori, lavoratori, no clienti) misure volte a favorire il controllo della temperatura corporea, con obbligo di allontanamento di coloro che presentano una temperatura superiore a 37.5 gradi. I datori di lavoro sono invitati a mettere in atto procedure affinché ogni lavoratore presenti quotidianamente comunicazione che né il lavoratore medesimo, né i propri conviventi hanno manifestato sintomi influenzali (tosse, febbre superiore a 37.5 gradi, congiuntivite, dolori muscolari nelle ultime 24 ore).

19. Si ricorda che ai sensi dell’ordinanza del Presidente della Provincia del 13 aprile 2020 integralmente sostituita con ordinanza del 15 aprile 2020 deve essere promossa l’individuazione negli ambienti di lavoro di una figura professionale disponibile, a seguito di formazione erogata dal Servizio UOPSAL, a divenire referente per le problematiche legate all’emergenza COVID-19. Tale figura può essere individuata nel RSPP dell’azienda o nel medico competente.

Tutte le comunicazioni relative ad autorizzazioni da ottenere ai sensi del DPCM nazionale (filiere, pubblica utilità) vanno inviate al Commissariato del Governo utilizzando l’indirizzo email prefetto.pref_trento@interno.it.

Le comunicazioni da inviare invece ai sensi dell’Ordinanza del Presidente della Provincia del 13 aprile 2020 integralmente sostituita con ordinanza del 15 aprile 2020 vanno inviate all’indirizzo di posta certificata dip.sviluppoeconomico@pec.provincia.tn.it.

Anche per le comunicazioni al Presidente della Provincia, una volta effettuate, l’operatore economico può immediatamente operare (tenendo con sé copia della comunicazione per le eventuali verifiche da parte delle forze dell’ordine) salvo che poi non riceva provvedimento di sospensione e quindi eventualmente sospenderà l’attività dalla data di decorrenza dello stesso.

Il Dipartimento sviluppo economico, ricerca e lavoro rimane a disposizione per ogni chiarimento necessario. A tal fine, per quesiti specifici, è possibile contattare il numero 0461/495751.



Documento pdf Aggiornamento 16 aprile indicazioni operative DPCM 10 aprile 2020 e ordinanze PAT

Condividi la pagina