Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Protocollo di sicurezza per attività di accoglienza e strutture ricettive

La Giunta provinciale di Trento ha da poco approvato il “Protocollo di sicurezza per attività di accoglienza e strutture ricettive”: le disposizioni si applicano ad alberghi e garnì e, per quanto compatibile, anche ai B&B e ai rifugi.

Protocollo di sicurezza per attività di accoglienza e strutture ricettive

La Giunta ha inoltre disciplinato la possibilità di usufruire delle piscine e dei centri estetici all’interno degli hotel.

Per il momento rimangono invece assolutamente sospese le attività dei centri benessere e dei centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza).

Ci riserviamo di tornare ad informarvi più dettagliatamente non appena saranno rese disponibili le linee guida per queste attività e eventuali disposizioni specifiche riguardanti i miniclub e le cosiddette colonie estive.

Riportiamo di seguito un'analisi che evidenzia le principali misure, le informative e le prescrizioni che devono essere messe in campo per poter tutelare la salute delle persone presenti all’interno della struttura alberghiera (ospiti e dipendenti) e per poter garantire la salubrità degli ambienti.

I funzionari ASAT (0461923666 - tasto 2) ed i tecnici del CAT Turismo (0461923666 - tasto 5) restano a vostra disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, per affiancarvi nell'applicazione del protocollo e per assistervi nella verifica e nella revisione dei documenti HACCP, DVR, ecc. che si rende necessaria alla luce delle nuove disposizioni.



Documento pdf Nota Informativa Alberghi

Condividi la pagina