Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

RAI: questionario per esenzione canone 2021

Decreto-legge “sostegni” 22 marzo 2021 n. 41

RAI: questionario per esenzione canone 2021

Il decreto-legge “sostegni” 22 marzo 2021 n. 41 ha stabilito, per l'anno 2021, l’esonero integrale dal versamento del canone speciale RAI per le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico, comprese le attività similari svolte da enti del terzo settore.

E’ stata pertanto incrementata al 100% la percentuale di esonero, che in una prima fase era stata fissata al 30%. Per coloro che hanno versato il canone prima dell’entrata in vigore del decreto è previsto il riconoscimento di un credito d’imposta pari al 100% dell’importo versato.

La RAI invierà nei prossimi giorni agli utenti interessati un questionario per acquisire alcune informazioni, a seguito delle quali comunicherà formalmente l’esonero del pagamento. Nel caso si fosse già provveduto al versamento in data antecedente all’approvazione del decreto sostegni, fornirà la documentazione utile al recupero fiscale secondo le modalità previste.

Nel questionario si chiederà di indicare, oltre al nome e all’indirizzo dell’impresa/società/persona fisica, se è già titolare di abbonamento radiotelevisivo speciale e se, ed eventualmente in quale data, ha effettuato il pagamento del canone per il corrente anno.

Si chiederà inoltre di indicare se la suddetta impresa/società/persona fisica esercita:

  • attività di struttura ricettiva
  • attività di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico.

Si chiederà infine di indicare quanti apparecchi televisivi o apparecchi radio sono detenuti nei locali destinati all’attività.

Condividi la pagina