Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Novità

Bonus Vacanze – Guida aggiornata dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida in cui vengono illustrate le procedure per richiedere e utilizzare il bonus vacanze, previsto dall’articolo 176 del decreto legge “rilancio” n. 34 del 2020.

Bonus Vacanze – Guida aggiornata dell’Agenzia delle Entrate

Nella parte finale della guida sono riportate le risposte alle domande più frequenti, molte delle quali già note.

Si evidenziano di seguito i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate alla luce delle recenti modifiche apportate alla norma istitutiva dell’agevolazione.

intermediazione di portali, agenzie di viaggio e tour operator - Il decreto legge “agosto” n. 104 ha previsto che il pagamento del servizio possa essere corrisposto anche con l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici, oltre che – come già previsto inizialmente - di agenzie di viaggio e tour operator. Nelle FAQ riportate nella guida viene chiarita la procedura da seguire in tali casi. L’intermediario deve comunicare al fornitore del servizio turistico il codice univoco o il QR code, il codice fiscale del fruitore (al quale verrà intestata la fattura, il documento commerciale o lo scontrino/ricevuta fiscale) e l’importo del corrispettivo dovuto, ai fini dell’inserimento di questi dati nell’apposita procedura web. In alternativa, il fornitore del servizio turistico può incaricare l’intermediario, attraverso i servizi telematici dell’Agenzia (nomina di incaricato o di gestore incaricato), ad operare in suo nome e per suo conto nella procedura web dedicata al bonus vacanze. In entrambi i casi, il documento fiscale dovrà essere emesso dal fornitore del servizio turistico o dall’intermediario in nome e per conto del fornitore del servizio turistico.

Proroga del termine ultimo per utilizzare il bonus vacanze - Il decreto legge “ristori” n. 137 ha esteso il periodo di utilizzabilità dei bonus vacanze, inizialmente previsto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, fino 30 giugno 2021. La richiesta di accesso all’agevolazione da parte dei nuclei familiari deve però essere effettuata entro il 31 dicembre 2020, mediante l’applicazione per dispositivi mobili IO, resa disponibile da PagoPA S.p.A. Nelle FAQ riportate nella guida viene chiarito che il bonus vacanze ha validità anche se il soggiorno si estende al di fuori del periodo previsto dall’agevolazione, ma deve però comprendere almeno un giorno tra il 1° luglio 2020 e il 30 giugno 2021 (termine finale così modificato dal decreto “ristori”).

 

Condividi la pagina